Ecotassa sulle auto dal 1° gennaio 2019

Nella legge di bilancio per il 2019, approvato dalla Camera e ora all’esame della Commissione Bilancio del Senato, sono previste, tra le altre cose, disposizioni riguardanti le auto.
Con riferimento ai veicoli, dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2021 verrebbe introdotta una nuova imposta per coloro che acquistano, anche in locazione finanziaria, e immatricolano in Italia un veicolo nuovo di categoria M1 (si tratta dei veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente). L’imposta dovuta è parametrata a quanto inquina il veicolo e nello specifico al numero di grammi di biossido di carbonio emessi per chilometro eccedenti la soglia di 110 CO2 g/Km.

Leggi tutto

Fattura elettronica e nota di credito: come fare?

Una cosa a cui prestare molta attenzione, dal momento che nella fatturazione elettronica obbligatoria, il file fattura non è soggetto ad accettazione da parte del soggetto ricevente. Di conseguenza, se si riceve un documento errato, è necessario seguire la medesima procedura posta in essere in presenza di una fattura analogica, ovvero contattare l’emittente del documento (via telefono, PEC, mail ordinaria, ecc) e richiedere la dovuta rettifica. Si tenga presente che non sarà però possibile accordarsi per una semplice correzione del documento in quanto la e-fattura è immodificabile; quindi, ogni variazione che si renda necessaria dovrà essere documentata con apposite note di variazione, soggette anch’esse al transito obbligatorio dal Sdi.

Leggi tutto

Corte di Cassazione: se il contratto di agenzia “non è redatto bene”, l’Agente generale non percepirà le indennità

L’indennità di cessazione del rapporto prevista dall’art. 1751 del Codice Civile non è dovuta sui compensi percepiti dall’ “agente generale”, ovvero sulle provvigioni che questi abbia percepito sulla base delle provvigioni maturate dalla rete vendita da lui coordinata.

Lo ha stabilito una recente sentenza della Corte di Cassazione, affermando il principio secondo il quale l’attività di coordinamento della rete vendita è da considerarsi accessoria e strumentale rispetto alla principale attività di promozione degli affari (svolta dagli agenti di zona) e, di conseguenza, le relative provvigioni corrisposte all’agente coordinatore non possono costituire base di calcolo dell’indennità civilistica.

Leggi tuttoCorte di Cassazione: se il contratto di agenzia “non è redatto bene”, l’Agente generale non percepirà le indennità